Passati

Chrono-Graphica_Visioni Spazio -Temporali

Bando di partecipazione
9 GIUGNO-8 LUGLIO 2017_Osservatorio Astronomico di Monte Porzio Catone

Officine Incisorie dedica l’anno artistico 2017 al tema del “tempo”, aprendo la stagione espositiva nel luogo più significativo ad incarnare tale concetto: l’ Osservatorio Astronomico di Monte Porzio Catone, sede del museo Astronomico e Copernicano dell’INAF (Istituto Nazionale di Astro Fisica) .

Nessun concetto come quello del tempo è così intimamente legato alla vita, al suo trascorrere ed al suo concludersi. Per millenni gli uomini si sono interrogati sul suo significato sia fisico che astratto cercando dapprima di misurarlo con l’avvicendarsi delle stagioni per poi usarlo nella contabilizzazione del vivere quotidiano.

Ma come si confronta l’artista con questo tema? Una domanda che ci siamo posti e che stiamo per  porre ai nostri incisori, che del tempo sono i portavoce, se non altro per l’utilizzo di tecniche antiche e ricche di fascino che del tempo hanno fatto ragion d’essere e nel tempo hanno raccolto le innovazioni e le sperimentazioni.

La mostra che si inserisce nella manifestazione estiva “Estate sotto le stelle” organizzata dall’Osservatorio Astronomico di Monte Porzio Catone si svolgerà nei percorsi espositivi museali e nella biblioteca sita nella cupola dell’Osservatorio stesso.

Espongono:

Marianna Antonacci, Antonella LindaBarone, Nino Beghelli, Jocelyne Benoit, Laura Bertazzoni, Milvia Bertoluzzi, Maria Rosanna Cafolla, Anna Laura Cartocci, Elena Chiesa, Sabrina Costa, Fausto De Marinis, Luciana De Simoni, Rita Demattio, Maria Cristina Fasulo, Valeria Luccioni, Gina Marziale, Paolo Mayol, Miriana Pino, Ermenegilda Renzi, Lisa Sorba, Laura Stor, Luisa Tinazzi.

Vedi le opere in esposizione
Vedi le foto dell’allestimento


alphabetica_manifesto-web copia11 FEBBRAIO-9 APRILE 2017_Museo delle Mura, Roma
Inaugurazione 10 febbraio ore 18,00

Alphabetica – Abecedario grafico contemporaneo, mostra promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale di Roma – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, presenta una rassegna di opere grafiche di artisti nazionali e internazionali, selezionati a seguito di un bando di concorso tematico a cura di Officine Incisorie, Associazione Culturale dedita alla divulgazione dell’arte calcografica.

La mostra vuole chiudere l’anno espositivo di Officine Incisorie, già dedicato con le precedenti mostre al tema del libro, della letteratura e della lettura, celebrando la “Lettera”, valorizzandola sia nella sua definizione grafica, sia nella sua intrinseca valenza comunicativa.

La “Lettera” come protagonista quindi, in quanto elemento grafico alla base  delle nostre evoluzioni storiche e comunicative, capace di attraversare i cambiamenti della scrittura e dello stesso scrivere, rinnovandosi sempre e adattandosi alle nuove forme di espressione. Quelli che all’inizio erano dei segni semplici, si sono via via arricchiti e moltiplicati nello stile (pensiamo ai vari font di cui oggi disponiamo), cosi come dall’esclusivo gesto manuale si è giunti alla scrittura digitale. Si passa dai  capolettera della scrittura amanuense, che spesso racchiudevano nella loro decorazione gli elementi salienti del racconto e della storia, ai monogrammi della grafica contemporanea che ritroviamo diffusamente nelle sigle pubblicitarie o nei marchi delle grandi firme.

Insomma, cambiano gli strumenti, cambia il modo di scrivere ma non i grafemi e le lettere che compongono le nostre parole e danno forma al nostro parlare.
Su questo incipit Officine incisorie ha voluto realizzare, attraverso le opere degli artisti, un abbecedario contemporaneo, valorizzato dall’arte calcografica nelle sue diverse e svariate possibilità tecniche. Ogni incisore ha eseguito una o più incisioni caratterizzate al loro interno da una lettera, iniziale di una parola scelta dall’artista e rappresentata graficamente a corredo della stessa iniziale.

Ogni stampa è quindi composta dalla lettera/iniziale prescelta, graficizzata liberamente, e dalla rappresentazione della parola di cui è iniziale.

Artisti in esposizione:
Marianna Antonacci, Linda Aquaro, Hélène Bautista, Nino Beghelli, Jocelyne Benoit, Laura Bertazzoni, Maria Rosanna Cafolla, Laura Cartocci, Fausto De Marinis, Luciana De Simoni, Maria Cristina Fasulo, Giuseppina Goglia, Valeria Luccioni, Paolo Mayol, Gina Marziale, Ivo Mosele, Marina Parentela, Ermenegilda Renzi, Emanuele Scalcino, Lisa Sorba, Laura Stor, Luisa Tinazzi, Gianni Vernì.

 

Scarica il comunicato stampa
Vedi le opere in esposizione
Vedi le foto dell’allestimento


Primo Concorso Internazionale Ex-Libris Abbazia di San Nilo_ 10-17/09/ 2016

manifesto_webFirst International Competition Ex-Libris Abbey di San Nilo _10-17/09/2016

L’Associazione Culturale Officine Incisorie, in collaborazione con la Biblioteca Statale del Monumento Nazionale di Grottaferrata (Roma), in occasione del ventennale dell’istituzione della Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’autore 23 Aprile 1996-2016, organizza per l’anno 2016 una Mostra Concorso Internazionale di Ex Libris presso l’Abbazia Greca di San Nilo.

Ogni artista partecipante ha realizzato per l’occasione uno o più Ex-Libris che riportano al loro interno un chiaro riferimento all’Abbazia di San Nilo di Grottaferrata. Ogni Ex-Libris è inoltre ispirato a testi o autori letterari di qualsiasi genere, purché di riconosciuto interesse culturale.
La giuria, presieduta dal Presidente dell’ Associazione Officine Incisorie Giovanni Vernì e composta da Linda Aquaro (Officine Incisorie), Ada Donati (Presidente della Associazione Padre Diego Donati), Dorotea Licari (Critica d’arte della rivista “Grafica d’Arte”), Toni Pecoraro (Docente di tecniche dell’incisione all’Accademia di Belle Arti di Bologna), Giuliano Santini (Direttore del centro artistico Kaus – Urbino), ha selezionato le opere pervenute e individuato una rosa di 10 finalisti da premiare con menzione speciale, distinti per rispondenza alle richieste del bando e per la qualità tecnica-artistica delle opere proposte.
Gli artisti finalisti sono: Ivo Mosele (1°Classificato e Vincitore del Concorso), Paolo Graziani, Torril Elisabeth Larsen, Pedro Luis Lava, Mauricio Schvarzman, Marianna Antonacci, Maria Rosanna Cafolla, Mevlüt Ünal, Franco Donati e Laura Stor.
Hanno partecipato senza classificarsi nelle prime 10 posizioni (in ordine alfabetico): Andre Balsini, Margherita Bongiovanni, Anna Laura Cartocci, Sandro Chinellato, Fausto De Marinis, Fabio Dotta (1 opera), Maria Cristina Fasulo, Ana Maria Gelso, Giuseppina Goglia (1 opera), Elisabetta Gomirato, Antonina Grassi, Rasa Januleviciute, Musa Köksal, Gina Marziale, Marcela Miranda, Luciana Nespeca, Agnese Origlia, Mahmut Sami Öztürk, Beatrice Palazzetti, Caterina Pallotta, Roberta Pancera, Teresa Pego, Ermenegilda Renzi, Hermann Rommel, Blanca Saccomano, Jeannette Saldini, Silvia Santana, Aniello Scotto, Erhun Sengul, Maria Maddalena Tuccelli.
Mentre non sono state ammesse, ma saranno ugualmente esposte, le opere di (in ordine alfabetico): Antigoni Antonopoulou, Linda Aquaro, Salamon Arpad, Nino Baudino, Jocelyne Benoit, Claudia Catanzaro, Raffaella Cevoli, Ignacio Navarro Cortez, Laura Chicopar, Pawel Delekta, Rita Demattio, Danila Denti, Fabio Dotta (2 opere), Mario Fadda, Valeria Luccioni, Giuseppina Goglia (1 opera), Frederic Kuhlmann, Maryana Myroshnychenko, Emanuele Scalcino, Darija Stipanic, Krishna Kumar Yadav, Fedail Yilmaz, Yuanwei Zheng, Marina Ziggiotti, Vladimir Zuev.

locandina solchi lett copiaFrascati_30 aprile-15 maggio 2016

In occasione  della Giornata Mondiale del Libro, che proprio nel 2016 compie 20 anni, Officine Incisorie intende promuovere una serie di eventi che omaggino il libro, non solo come “oggetto” di valore culturale, ma anche e soprattutto come fonte di conoscenza, stimolo e fascinazione.
In quest’ottica la mostra vuole proporsi di ripercorrere insieme agli artisti, una rilettura grafica di libri, testi, racconti o poesie, non solo per l’importanza letteraria riconosciuta ma anche per il valore intimo che le parole possono assumere per ognuno.
Si intende quindi realizzare un percorso espositivo di livello, una mostra che nella sua totalità rappresenti una sorta di “biblioteca diversa”, dove il testo è individuabile nella sintesi di un’unica immagine, tale da incuriosire il visitatore non solo verso la stampa grafica ma anche e soprattutto  verso il corrispettivo testo citato.

La mostra si terrà presso le suggestive sale delle Scuderie del Palazzo Aldobrandini, e sarà arricchita dalle installazioni dell’ artist books Jukhee Kwon.

Espongono:
Linda Aquaro, Laura Bertazzoni, Maria Rosanna Cafolla, Laura Cartocci, Vincenza Costantini, Fausto De Marinis, Angela Di Bari, Maria Cristina Fasulo, Giuseppina Goglia, Olga Innante, Valeria Luccioni, Gina Marziale, Caterina Pallotta, Antonella Parlani, Ermenegilda Renzi, Emanuele Scalcino, Domenico Siccardi, Laura Stor, Luisa Tinazzi, Franchina Tresoldi, Gianni Vernì, Gianfranco Zazzeroni.


Vedi le foto della mostra
Vedi le foto delle opere esposte
Vedi le foto delle installazioni


 

LOC TRAME SIMBOLICHE web - CopiaScuderie del Palazzo Ruspoli di Nemi dal 6 dicembre 2015 al 3  gennaio 2016
(inaugurazione ore 16,30 dell’6 dicembre).

“Chi non conosce il Ramo d’oro del Turner? La scena del quadro, tutta soffusa da quella aurea luminescenza d’immaginazione con cui la divina mente del Turner impregnava e trasfigurava i più begli aspetti della natura, è una visione di sogno di quel piccolo lago di Nemi, circondato dai boschi, che gli antichi chiamavano «lo specchio di Diana». Chi ha veduto quell’acqua raccolta nel verde seno dei colli Albani, non potrà dimenticarla mai più. I due caratteristici villaggi italiani che dormono sulle sue rive e il palazzo egualmente italiano i cui giardini a terrazzo digradano rapidamente giù verso il lago, rompono appena l’immobilità e la solitudine della scena. Diana stessa potrebbe ancora indugiarsi sulle deserte sponde o errare per quei boschi selvaggi. Nei tempi antichi questo paesaggio silvano era la scena di una strana e ricorrente tragedia. Sulla sponda settentrionale del lago, proprio sotto gli scoscesi dirupi su cui si annida il moderno villaggio di Nemi, si ergeva il sacro bosco e il santuario di Diana Nemorensis, la Diana del bosco.”

(James G. Frazer – “Il ramo d’oro”)

Così è scritto nell’incipit dell’opera di Frazer che, prendendo spunto dal famoso quadro del Turner rappresentante la campagna intorno al lago di Nemi, meglio non poteva descrivere quei luoghi incantati ricchi ancora oggi di miti, leggende, misteri e simboli che pervadono “lo specchio di Diana”.
Frazer nella sua opera sviluppa tematiche legate al mito, alla magia ed alla religione, alle tradizioni ed alle simbologie di ogni cultura.

Officine Incisorie coglie quindi il messaggio di Frazer per proporre agli incisori la partecipazione alla esposizione annuale con un occhio rivolto al simbolismo intrinsecamente presente nel linguaggio espressivo di ogni artista.
Del resto l’incisione calcografica con i suoi tempi le sue tecniche, i materiali usati e la moltitudine di fasi nella realizzazione, contiene di per sé tutto un mondo fatto di ritualità e simbologia che ben si presta alla tematica dell’esposizione.
Ed anche l’osservatore meno attento non può non sentirsi attratto da quel mistero, da quel significato velato che traspare prepotentemente dai tratti incisi.

L’esposizione vuole quindi porsi l’obiettivo di mettere a nudo e confrontare il sotteso background culturale che traspare in ogni trama, in ogni segno appartenente ad ogni incisione. L’artista potrà proporre le opere in cui sente maggiormente espresso il proprio sè, esplicando e comunicando la sua personale visione e il simbolismo che cela la propria stampa.
Scopo della mostra è quello di realizzare un percorso espositivo che coinvolga interattivamente il visitatore : verrà richiesto infatti ad ogni artista un breve testo delle opere, una analisi scritta da inviare, che accompagnerà l’opera stessa e che sarà non meno importante della grafica.
Il visitatore potrà così osservare, carpire le sensazioni e a sua volta esprimere liberamente il proprio sentire su block notes predisposti a corredo delle opere di ogni artista. Successivamente leggere il testo dell’autore e confrontarsi con esso.

Espongono: AQUARO, BADALONI, BEGHELLI, BONFANTI, BORGOGNI, CAFOLLA,CAMPANELLA, CHELO, COSTANTINI, DE MARINIS, DI BARI, FASULO, GIORDANO, LUCCIONI, MARZIALE, MUOLO, PALLOTTA, PECORELLA, RAVELLI, RENZI, SAIU, SCALCINO, STOR, TRESOLDI, VERNI’.

Vedi le foto dell’inaugurazione

Vedi le opere esposte


MOSTRA NEMI 2015 webINCISORI A CONFRONTO_ Mostra collettiva d’Arte Incisoria

 Sala delle Armi del Palazzo Ruspoli di Nemi dal 8 al 29 marzo 2015
(inaugurazione ore 16,00 dell’8 marzo).

Officine Incisorie è da sempre attiva sul territorio allo scopo di divulgare e promuovere l’arte incisoria, l’evento è accompagnato infatti da sessioni e dimostrazioni di incisione e stampa calcografica.
Saranno esposte le opere dei nostri soci e sostenitori, ovvero di:
ERMENEGILDA RENZI
FAUSTO DE MARINIS
FRANCHINA TRESOLDI
GIANNI VERNI’
GINA MARZIALE
LINDA AQUARO
LORETTA GALVAN
LUIGI SAIU
MARIA ROSANNA CAFOLLA
MARIA CRISTINA FASULO
 MAURIZIO MUOLO
PAOLA GIORDANO
VALERIA LUCCIONI
VINCENZA COSTANTINI

WALTER SARFATTI


CARNEVALE DI FRASCATI

DIMOSTRAZIONI DI STAMPA CALCOGRAFICA

7-8 FEBBRAIO, Mercato coperto, Frascati.


VISIONE MONOCROMA-Il fascino discreto del monocromatico

L’Associazione Culturale Officine Incisorie organizza a  Nemi (RM) un’esposizione collettiva per il periodo  del 06/12/2014 – 04/01/2015.

La mostra, patrocinata dal Comune di Nemi, si svolgerà presso le suggestive Scuderie del Palazzo Ruspoli, antico palazzo signorile costruito dai Conti di Tuscolo nel Medioevo, che domina il paese e l’omonimo lago.

La mostra/evento accoglierà durante il suo corso, non solo una significativa esposizione di quella che è l’arte incisoria contemporanea, ma anche workshop/laboratori, incontri sul tema, musica e teatro.

Il titolo della mostra evoca un modo di intendere la visione della realtà scevra dalla moltitudine dei colori, ma ripulita ed esemplificata dalle tonalità di uno solo.  Come nel caso della fotografia artistica, ancora oggi esaltata dal Bianco e Nero, così l’artista ripulisce l’immagine e ne evidenzia le forme ed i significati solo con il gioco delle luci e delle ombre, oppure con il  tratto pulito o sfumato  verso un significato meno definito.

1

Espongono:
Angelo Rizzelli, Antonella Parlani, Beatrice Palazzetti, Carlo Ferroni, Claudia Cabras, Cristiano Vettore, Daniela Cataldi, Ermenegilda Renzi, Fausto De Marinis, Franchina Tresoldi, Franco Crocco, Gianni Verni, Gina Marziale, Graziella Da Gioz, Linda Aquaro, Loretta Galvan, Luigi Saiu, Maria Cristina Fasulo, Maria Rosanna Cafolla, Marina Parentela, Maurizio Muolo, Paola Giordano, Rachele Fichera, Stefania Colosimo, Valeria Luccioni, Vittorio Manno, Walter Sarfatti.

La mostra inaugura il 6 dicembre ore 17.00 presso la sala delle Scuderie del Palazzo Ruspoli, e terminerà il 4 gennaio 2015.
La mostra è aperta tutti i week end dalle ore 10,00 alle 18,00 e il 124 e il 26 dicembre dalle 10,00 alle 14,00.

Durante l’esposizione verranno proposte anche dimostrazioni al pubblico relative alla stampa calcografica.

VEDI LE FOTO DELLA MOSTRA

VEDI LE IN DETTAGLIO LE SCHEDE DEGLI ESPOSITORI


FURNARI COUNTRY VILLAGE – La fiera dedicata a chi ama la natura gli animali e non solo

Il 7 e 8 giugno lo stand Officne Incisorie sarà presente al Furnary Country Village (via valle Pantano 10- Campi di Annibale) a Rocca di Papa.. Vi aspettiamo!!

INFO@FURNARICOUNTRYVILLAGE.IT


 

Manufacta Maggio – Spring Edition Part II

manufactaMANUFACTA — MOSTRA/FESTA dell’autoproduzione e dell’artigianato.
ARTIGIANATO – VINTAGE – RICICLO – MUSICA – HANDMADE
– 24 – 25 Maggio – Casa Cappellari – Martina Franca (TA)

Scegli la SOSTENIBILITA’, festeggia la primavera con NOI!!
Compra handmade scegli MANUFACTA!
MANUFACTA è la mostra per regali originali e unici rigorosamente FATTI a MANO, aperta a tutti, se ti piace l’arte, il design, il vintage, i vestiti, il riciclo, il riuso creativo, questo è il posto giusto per te.
I motivi per sostenere l’artigianato sono tanti:
– l’UNICITA’ di ogni pezzo,
– la CURA nella sua realizzazione,
– la DURATA nel tempo
– l’alta QUALITA’,
– la SOSTENIBILITA’.

Crediamo in una cultura CONTRARIA ALLO SPRECO, per questo da noi puoi trovare oggetti realizzati con materiale di RICICLO.

Le porte di Casa Cappellari (ex Ospedaletto) saranno aperte per 2 giorni a turisti e cittadini per far conoscere le nuove e tante produzioni artistiche dei NOSTRI ESPOSITORI!!!

In questa EDIZIONE :

– Sabato 24 Maggio: ore 18.45
APERITIVO MUSICALE con Vito Manzari e Piero Chirulli (Costellazione Apulia).

– Sabato 24 Maggio: ore 20:15
Complesso Bandistico “Armonie d’Itria” LIVE

– Sabato 24 Maggio: ore 22.00
PSYCHòCANDY DJ SET

Domenica 25 Maggio: ore 18.00
Spettacolini teatrali e Reading a cura dei Laboratori Urbani Arte Franca.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

ORARI APERTURA:
Sabato 24 dalle 16.00 alle 01.00;
Domenica 25 dalle 10.00 alle 24.00;

INFO: 320/6985189 320/2834793 329/6658408

Vedi l’evento su Facebook!

ingresso libero
Martina Franca (Taranto)
Casa Cappellari


MANUFACTA Xmas edition MERCATINO ANTICRISI

manufacta_nataleManufacta la MOSTRA/MERCATO Natalizia di Martina Franca :
– ARTIGIANATO – VINTAGE – BIO – MUSICA – FOOD –

MANUFACTA — MOSTRA/FESTA dell’autoproduzione e dell’artigianato torna nel periodo Natalizio per proporvi idee regalo ANTICRISI tutte realizzate a mano.

Scegli la SOSTENIBILITA’ anche a natale!
Compra handmade scegli MANUFACTA!

I motivi per sostenere l’artigianato sono tanti:
– l’UNICITA’ di ogni pezzo,
– la CURA nella sua realizzazione,
– la DURATA nel tempo
– l’alta QUALITA’,
– la SOSTENIBILITA’.

Crediamo in una cultura CONTRARIA ALLO SPRECO, per questo da noi puoi trovare oggetti realizzati con materiale di RICICLO.

Le porte di Casa Cappellari (ex Ospedaletto) saranno aperte per 11 giorni di fila a turisti e cittadini per far conoscere le nuove e tante produzioni artistiche dei NOSTRI ESPOSITORI!!!

INGRESSO LIBERO

In questa EDIZIONE SPECIALE tante notività :
– SHOW COOKING della NONNA
– APERITIVI MUSICALI
– WORKSHOPS
– LABORATORI PER BIMBI (Ass. Castelli di Carta)
-LIVE & DJ SET

MANUFACTA è la mostra per idee regalo originali e uniche rigorosamente FATTE a MANO,
aperta a tutti, se ti piace l’arte, il design, il vintage, i vestiti, il riciclo, il riuso creativo, questo è il posto giusto per te.

MANUFACTA 14 – 24 Dicembre a Martina F, Casa Cappellari (ex Ospedaletto) centro storico con sempre NUOVI ESPOSITORI e nuovi oggetti
tutto rigorosamente FATTO a MANO

Venite sgomitare tra le bancarelle “vi faremo delle offerte che non potrete rifiutare”.

ORARI: Festivi dalle 10.00 a sera;
Feriali dalle 16.00 a sera;

Vedi l’evento su Facebook!

INFO: 320/6985189 320/2834793 329/6658408
Martina Franca (Taranto)
Arte Franca
ingresso libero
Info. 320/6985189

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: